Come spostare un sito Web e rimanere in vita su Google? - Suggerimenti Semalt



Chiunque abbia mai spostato il proprio sito web da un indirizzo all'altro o anche tra due diversi sistemi di gestione dei contenuti sa che non è sempre un compito facile: i siti oggi stanno diventando sempre più complessi e ogni piccolo errore nel mezzo può causare il nuovo sito malfunzionamenti e perdita di molto traffico principalmente dal canale organico (ma non solo). In effetti, gli errori durante il trasferimento del sito sono probabilmente la causa più comune di perdita di traffico e classifiche dopo le sanzioni manuali di Google.

Per fortuna oggi abbiamo molti strumenti che ci permettono di comunicare con il motore di ricerca direttamente attraverso la Search Console e vedere qual è la sua situazione con Google. Ma ci sono ancora molte altre cose che devono essere controllate prima e quando farlo.

Vale la pena spostare il sito?

Se il sito sta passando a un nuovo sistema di gestione dei contenuti, potrebbe essere molto utile, soprattutto se il sistema di gestione dei contenuti offre opzioni che non esistevano nel sistema precedente come la creazione di pagine più facilmente o prestazioni migliori.

Anche oltre lo standard HTTPS, può contribuire al sito e soprattutto alla sua immagine di sito affidabile e sicuro. Se è un sito che trasmette anche informazioni sensibili, questo è un vero must.

Al contrario, se è solo un trasferimento a un nuovo indirizzo, non è sicuro che ne varrà la pena. Molti siti oggi ricevono grandi porzioni del loro traffico attraverso lo stesso Google o i social network e solo una piccola parte dei navigatori utilizza la barra degli indirizzi. La transizione dovuta a un cambio di indirizzo è particolarmente rilevante se si tratta di un cambio di nome del marchio e non si desidera effettuare referral automatizzati che sono problematici di per sé.

Anteprima degli errori del sito

È importante controllare il sito con uno strumento come Screaming Frog che esegue la scansione del sito in modo simile al crawler di Google e può rilevare collegamenti interrotti e riferimenti evitabili. Tieni presente che per salvare i rapporti per un utilizzo futuro, è necessario utilizzare una versione a pagamento.

A volte sono presenti anche resti di pagine orfane (a cui non è presente alcun collegamento da nessuna altra pagina) visualizzabili in Google Analytics o tramite servizi che ricercano collegamenti esterni al sito.

Controllo del server

Si consiglia vivamente di controllare il sito sul server finale dove verrà presentato al navigatore per identificare problemi come pagine che aumentano lentamente, errori di compatibilità (ad esempio, diverse versioni di PHP), riferimenti di formato errati e così via. Se il sito è temporaneamente bloccato da Google tramite Robots.txt, è importante lasciare un promemoria per rimuovere il blocco.

Quando traslocare?

Nella migliore delle ipotesi, potremmo finire per spostare il sito in pochi minuti, ma in realtà le cose possono complicarsi e, anche dopo aver eseguito tutti i test, il sito potrebbe non essere disponibile per alcune ore o addirittura giorni. Pertanto, è possibile usufruire di periodi dell'anno meno attraenti come quelli tra le vacanze per effettuare il trasferimento.

Identifica le sorgenti di traffico o le pagine problematiche

Nella migliore delle ipotesi, potremmo finire per spostare il sito in pochi minuti, ma in realtà le cose possono complicarsi e, anche dopo aver eseguito tutti i test, il sito potrebbe non essere disponibile per alcune ore o addirittura giorni. Pertanto, è possibile usufruire di periodi dell'anno meno attraenti come quelli tra le vacanze per effettuare il trasferimento.

Nomi di pagina e gerarchia

In una situazione ideale in cui i nomi delle pagine prima e dopo la transizione sono gli stessi, è relativamente facile fare i riferimenti attraverso il file htaccess. Tuttavia, se cambiano sia l'URL che il nome della pagina, questo può già essere un problema e anche i riferimenti dovranno essere eseguiti manualmente.

Collegamenti interni

I collegamenti interni possono essere collegamenti relativi (senza l'indirizzo di dominio) e collegamenti assoluti (insieme al nome di dominio e tutto ciò che si trova davanti). In ogni caso, non è molto saggio fare affidamento sulla memoria, ma piuttosto controllare lo schema ricorrente nel database e modificarlo. Nella migliore delle ipotesi, sarà possibile farlo utilizzando un semplice comando "Trova e sostituisci", ma a volte non ci sarà altra scelta che sporcarsi le mani.

Distintivi canonici

I tag canonici hanno principalmente lo scopo di separare pagine simili all'interno del sito. Ma se utilizzato tra i siti e soprattutto con i tag che puntano ancora al vecchio sito, questo potrebbe essere un problema per il crawler di Google. Per non fare una scommessa, si consiglia di riscrivere il badge con un auto-referral o su un'altra pagina del nuovo sito.

Contenuti duplicati

Oltre all'intero problema dei referral non validi e dei tag canonici, è possibile creare contenuti duplicati anche in altri modi, ad esempio:
  • Trasformare parte del vecchio contenuto del sito in un modello permanente senza eliminarlo dalle vecchie pagine
  • Versioni di sviluppo e versioni finali che si trovano sullo stesso server
  • Duplica verifica che tutti i link facciano riferimento a un solo formato dell'indirizzo (HTTP/HTTPS e WWW o senza WWW)

Pagine mancanti ed errori 404

Rimuovere determinate pagine o incorporare il loro contenuto in altre pagine non è necessariamente una cosa negativa e può anche essere efficace a lungo termine. Tuttavia, riferire queste pagine alla home page non è una buona idea. Il tentativo di accedere a queste pagine deve restituire il codice 404 o creare un riferimento 301 a un'altra pagina pertinente.

Ricorda, un errore 404 non deve portare a un brutto errore del browser e puoi creare una pagina 404 personalizzata che punta alla home page tramite un collegamento standard, una casella di ricerca o pagine popolari del sito.

Search Console e cerca errori di scansione

La Search Console dispone di uno strumento speciale per modificare l'indirizzo. Lo strumento stesso non supporta la transizione da HTTP a HTTPS, quindi in tal caso, dovrai assicurarti che il metodo di autenticazione funzioni anche nella nuova struttura, aggiungere manualmente la struttura allo strumento per i webmaster e quindi seguire le istruzioni in la sezione successiva.

La Search Console è anche il posto migliore per monitorare gli errori di scansione. Ad esempio, se hai un parametro che restituisce pagine senza contenuto, quelle pagine appariranno come Soft 404 (pagine che si comportano come pagine inesistenti, anche se non restituiscono un errore appropriato al server).

Sitemap

Se lo strumento di cambio indirizzo non viene utilizzato, si consiglia di lasciare la vecchia mappa nella Search Console in modo che Google trovi più facilmente i riferimenti. La vecchia mappa può essere rimossa dopo che Google indicizza tutte le pagine della nuova mappa.

statistiche di Google

L'installazione di Google Analytics deve essere eseguita nel momento in cui il sito viene aperto a Google in modo che non ci saranno informazioni critiche e sarà possibile tracciare il traffico in entrata dei navigatori.

Se apporti modifiche al sito, sarebbe una buona idea creare un rapporto personalizzato che duri da quel giorno per vedere come influisce sul traffico in entrata (segmento).

Pianificazione dei rinvii

Tutti i referral devono funzionare correttamente nel momento della verità prima di aprire il sito a Google. Se ci sono riferimenti manuali, è necessario verificare che i riferimenti automatici. Non sovrascriverli in modo che i riferimenti a pagine o pagine inesistenti non funzionino correttamente.

Controllo del vecchio dominio

Quando si sposta un dominio, è consigliabile mantenere il controllo del dominio precedente e il costo di mantenerlo riduce i vantaggi di farlo. Il motivo è che ancora oggi non possiamo essere sicuri che l'effetto dei collegamenti che si collegano al vecchio dominio influisca completamente anche sul nuovo dominio dopo che è stato effettuato un rinvio e cosa succede se alcuni di questi collegamenti vengono rimossi. Cosa può certamente accadere se il dominio è di proprietà e il nuovo proprietario del sito non viene più addebitato?

Monitoraggio di varie valutazioni e metriche

Oltre a monitorare il traffico, è consigliabile tenere traccia dei posizionamenti delle parole chiave con l'aiuto di strumenti appropriati (la Search Console non sarà di grande aiuto, in quanto mostra solo le parole chiave di cui il sito è apparso nelle pagine dei risultati). Nel tempo, il vecchio sito dovrebbe scendere nelle classifiche e il nuovo sito aumenterà fino a quando la situazione non si sarà completamente stabilizzata.

Se vengono apportate modifiche ai collegamenti esterni su cui abbiamo il controllo, anche le metriche interne di questi strumenti, come Majestic's Trust Flow, verranno aggiornate di conseguenza.

Promozione finanziata

Non dimenticare di modificare di conseguenza le pagine di destinazione delle tue campagne, in particolare presta attenzione alle impostazioni degli obiettivi in ​​Google Analytics in modo da poter ancora monitorare le conversioni.
È importante sottolineare che anche se hai creato referral su questo sito non è sufficiente e gli indirizzi negli annunci devono essere aggiornati.

Non dimenticare i link

Se il tuo sito è relativamente vecchio, nel tempo potresti aver "raccolto" un bel po 'di link esterni, sia da scambi di link che da guest post, o da qualsiasi altra fonte. Seleziona i link più importanti e assicurati di aggiornarli in modo che puntino direttamente agli indirizzi aggiornati. Vale la pena investire nel suo tempo, ma non troppo.

Collegamenti alternativi da social network e altri siti

Oltre ai link diretti che influenzano il nostro posizionamento su Google, ci sono anche molti altri tipi di siti che fanno riferimento a noi, dalle pagine di credito, ai social network ai link all'interno dei video di YouTube. Li abbiamo aggiornati anche noi, almeno quelli nelle pagine principali del profilo.

Ricontrollare

Una volta effettuata la transizione, non è sufficiente controllare i dati all'interno di Search Console, ma è necessario ricontrollare uno Scream Frog per ogni URL separatamente per identificare guasti o situazioni di link collegati in loop.

In sintesi, i punti importanti per passare a un nuovo sito

  • Mappatura degli indirizzi sul vecchio sito e creazione di una tabella referral permanente 301 * Si consiglia inoltre di verificare tramite GA quali sono le pagine principali in termini di traffico e assicurarsi che non vengano perse nei referral
  • Aggiorna i link interni
  • Verifica l'integrità del tag canonico e di altri tag che utilizzano URL (og, schema, ecc.)
  • Verifica l'integrità delle Sitemap e aggiorna nella console di ricerca
  • Garantire l'implementazione di analisi e impostazioni (eventi, obiettivi, filtri, altro)
  • Aggiorna indirizzi negli annunci - Campagne * Referral non abbastanza buoni
  • Monitora il tasso di indicizzazione ed errori: continua a fare riferimenti e correzioni di conseguenza
  • Assicurati che non ci siano blocchi per Google nel file robots.txt oa livello di pagina (noindex)
  • Aggiorna i collegamenti da altri siti alle pagine modificate

Se cambi dominio allora anche:

  • Riferimento al dominio 301
  • Aggiorna dominio in Analytics
  • Verifica il nuovo dominio in Search Console
  • Aggiorna il dominio nei profili social

Consigli

Abbiamo appena capito che puoi spostare il tuo sito e rimanere in vita su Google. Tuttavia, se hai seguito i dettagli di questo articolo puoi capire che lo spostamento di un sito può essere fatto solo da un esperto qualificato. Quindi, non correre il rischio di distruggere il tuo sito se non hai padroneggiato questo campo. Tuttavia, se hai un progetto del genere, la cosa migliore per te è affidarlo a un agenzia SEO qualificata come Semalt. Abbiamo un team di esperti qualificati, dotati degli strumenti necessari per rispondere a tutte le tue preoccupazioni. Quindi, se hai bisogno di qualcosa, non esitare per contattarci.